17 dicembre 2018
Aggiornato 16:00

Prende a pugni un uomo seduto sulla panchina e rompe la mano a un poliziotto: arrestato al parco

L’aggressore è un cittadino italiano di 41 anni con diversi precedenti penali alle spalle: le ragioni di questo folle gesto non sono note
Prende a pugni un uomo seduto sulla panchina e rompe la mano a un poliziotto: arrestato al parco
Prende a pugni un uomo seduto sulla panchina e rompe la mano a un poliziotto: arrestato al parco ()

TORINO - Panico al parco Claudio Napoleoni, nel cuore del quartiere Rebaudegno: un cittadino italiano di 41 anni con precedenti penali ha aggredito e picchiato senza motivo un uomo che era seduto su una panchina. Quando è intervenuta la polizia, il molestatore ha anche rotto la mano a un agente che tentava di immobilizzarlo. Nonostante l’aggressività dell’uomo, i poliziotti sono riusciti a neutralizzarlo e ad arrestarlo, con non poca fatica.

AGGRESSIONE E ARRESTO - Tutto si è svolto in pieno giorno, intorno alle 16:30 del pomeriggio: lo scalmanato, oltre a tirare un pugno in faccia a un uomo seduto su una panchina, ha iniziato a importunare e ad aggredire anche gli altri frequentatori del parco. A quel punto un passante ha chiamato la polizia, che è giunta immediatamente sul posto: l’aggresosre si è scagliato contro gli agenti e ha rotto la mano a uno di loro, ma nonostante tutto è stato bloccato e arrestato per resistenza e tentate lesioni a pubblico ufficiale. Dopo l’arresto, la situazione è tornata alla normalità.