24 luglio 2019
Aggiornato 03:00
Incidente mortale

Auto contro moto, tragedia in corso Bramante: muoiono due giovanissimi in un incidente

Le vittime sono Mattia Visconti di 25 anni e Rossano Boccaforno di 22 anni. Hanno perso la vita dopo che si sono scontrati con una Fiat Panda all'incrocio con i corsi Lepanto, Turati e Unione Sovietica

TORINO - Una tragedia, non ci sono altre parole per definire quanto è avvenuto nella tarda serata di ieri in corso Bramante, all'incrocio con i corsi Turati, Lepanto e Unione Sovietica. Due ragazzi poco più che ventenni hanno perso la vita in un incidente stradale: Mattia Visconti, 25 anni, e Rossano Boccaforno, 22 anni, erano entrambi su una Honda Hornet e stavano percorrendo corso Lepanto (direzione piazza Carducci) quando all'incrocio con corso Unione Sovietica hanno trovato la morte. Una Fiat Panda guidata da una donna di 38 anni, svoltando a sinistra, li ha centrati in pieno.

MATTIA VISCONTI - Lui si trovava alla guida del motociclo. Quando lui e il suo amico sono stati sbalzati a terra ha perso la vita sul colpo a causa delle lesioni gravissime riportate. A nulla sono valsi i tentativi degli operatori del 118 di salvarlo, il suo cuore aveva già smesso di battere al loro arrivo e non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

ROSARIO BOCCAFORNO - La vittima più giovane. Aveva solo 22 anni ed era il passeggero dell'amico Mattia Visconti. I sanitari sono riusciti a trasportarlo ancora vivo al pronto soccorso dell'ospedale Cto, ma le sue condizioni sono parse sin da subito molto critiche. Il suo cuore si è fermato poco dopo l'arrivo nella struttura di via Zuretti.

L'AUTOMOBILISTA - Come detto a bordo della Fiat Panda che ha avuto l'incidente con la Honda Hornet c'era una donna di 38 anni che si è fermata subito per tentare di prestare soccorso. Sottoposta ad alcol test è risultata negativa. Avendo riportato lievi lesioni, è stata successivamente trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale Molinette. Da quanto accertato per il momento, si sa che la donna procedeva in corso Bramante in direzione corso Lepanto quando ha svoltato a sinistra nella carreggiata centrale di corso Unione Sovietica interferendo in tal modo con la direzione di marcia del motociclo.

SEMAFORO FUNZIONANTE - L'incrocio teatro dell'incidente mortale è regolato da impianto semaforico e, al momento del sinistro, risultava essere acceso e funzionante. Sia la Fiat Panda che la Honda Hornet sono stati posti sotto sequestro giudiziario, mentre per stabilire l'esatta dinamica di quanto successo la polizia municipale è alla ricerca di testimoni.

La Fiat Panda dopo l'incidente

La Fiat Panda dopo l'incidente (© Diario di Torino)