19 novembre 2018
Aggiornato 23:00

Topi d’auto in azione in corso Venezia: la polizia li coglie dentro l’abitacolo di una vettura

I due, un italiano e un marocchino, hanno tentato la fuga e opposto resistenza. Un tentativo vano, perché sono stati entrambi arrestati
Topi d’auto in azione in corso Venezia: la polizia li coglie dentro l’abitacolo di una vettura (immagine archivio)
Topi d’auto in azione in corso Venezia: la polizia li coglie dentro l’abitacolo di una vettura (immagine archivio) ()

TORINO - Li hanno trovati con le mani nel sacco, intenti a rovistare all’interno di un’auto. Peccato che quell’auto non fosse la loro. E’ finita con le manette ai polsi l’uscita notturna di due ladri in corso Venezia, arrestati dagli agenti della Squadra Volante.

ARRESTO E RESTITUZIONE REFURTIVA - I due ladri sono un 33enne italiano e un 26enne marocchino. La segnalazione è arrivata alla centrale operativa in tarda nottata. L’immediato intervento del personale di polizia ha permesso di sorprendere i due giovani a bordo della vettura. Uno dei due ha provato a darsi alla fuga, mentre l’altro ha opposto una vivace resistenza. Entrambi sono risultati senza fissa dimora ma con precedenti di polizia. Al momento del fermo, il ragazzo marocchino è stato trovato con addosso un coltello, una chiave inglese e una torcia elettrica, immediatamente sottoposti a sequestro. Entrambi sono stati arrestati per furto aggravato in concorso. Il cittadino marocchino dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale: a suo carico è emerso un ordine di carcerazione per 7 mesi e 25 giorni di reclusione. L’auto in cui si erano intrufolati i due ladri presentava il deflettore sinistro posteriore rotto e all’interno dell’abitacolo, che si presentava a soqquadro, gli agenti hanno rinvenvuto una busta di plastica che conteneva un’autoradio, un navigatore, un paio di scarpe ed un carica batterie. Tali oggetti sono successivamente riconosciuti dal legittimo proprietario, giunto sul posto, ed a lui restituiti.