12 novembre 2018
Aggiornato 22:30

Incontro tra Appendino e Salvini, entro l’inverno sarà liberata un’altra palazzina

La sindaca ancora una volta ha parlato con il ministro Salvini delle palazzine occupate in via Giordano Bruno. Dopo averne liberata una quest’estate, entro l’inverno si lavorerà sulla seconda
Nuovo incontro tra Appendino e Salvini
Nuovo incontro tra Appendino e Salvini ()

TORINO - Entro l’inverno il Comune libererà un’altra palazzina occupata di via Giordano Bruno. E’ la promessa che la sindaca Chiara Appendino ha fatto questa mattina al ministro Matteo Salvini durante un incontro al Viminale a cui hanno partecipato anche il prefetto di Torino Renato Saccone, il presidente di Compagnia di San Paolo Francesco Profumo e l'assessora comunale al Welfare Sonia Schellino.

Salvini ha dato parere favorevole a proseguire lo sgombero che questa estate ha portato alla liberazione della prima palazzina. Il Governo darà sostegno politico ed economico per il ripristino della normalità nell’area dell’ex Moi dove le occupazioni sono presenti dal 2013.

L’intervento prevede lo svuotamento degli edifici occupati dal 2013 anche tenendo conto di iniziative per permettere alle persone, nel rispetto delle regole, di acquisire autonomia economica attraverso il lavoro e soluzioni abitative regolari. «Il modello Torino, grazie al quale abbiamo già liberato la prima palazzina, si conferma essere valido e avrà il sostegno politico ed economico del Governo», ha detto Appendino al termine dell’incontro.

«Ringrazio il Ministero dell'Interno», ha concluso Appendino, «torno a ringraziare tutte le realtà che stanno collaborando a superare una situazione che, sin dal 2013, costringe gli occupanti e il quartiere a vivere in un contesto di inciviltà».