20 ottobre 2018
Aggiornato 08:00

Nuova vita all'ex grattacielo Rai: interesse della catena di alberghi di lusso Hilton

Il grattacielo è in stato di abbandono da anni. Il Comune l'aveva inserita tra le strutture da utilizzare se avesse dovuto ospitare le Olimpiadi del 2026: sfumata l'ipotesi si sarebbe fatta avanti la catena Hilton
Il grattacielo della RAI a Torino
Il grattacielo della RAI a Torino (Davide Rolfo)

TORINO - Potrebbe finalmente sbloccarsi la vendita e la riqualificazione dell'ormai abbandonato da anni grattacielo della Rai di via Cernaia. La struttura interesserebbe alla catena alberghiera Hilton, già sbarcato in città con l'acquisto dell'NH Hotel Lingotto (struttura rimasta sotto il marchio Double Tree e leggermente al di sotto della qualità tipica degli Hilton Hotel). La trattativa sarebbe in corso e la speranza del Comune è che finalmente si riesca a dare nuova vita al palazzo alto 72 metri (con 18 piani fuori terra) ubicato di fronte alla vehccia stazione Porta Susa, da poco acquisita da Ikea e pronta alla riqualificazione.

L'INTERESSE DELLA CATENA HILTON - A quanto pare ci sarebbero stati già dei contatti tra la Rai e la catena Hilton. L'opportunità è nata anche con la candidatura sfumata per le Olimpiadi invernali del 2026: il Comune infatti aveva inserito la struttura tra gli edifici da coinvolgere in caso di nuovi giochi, magari per costruirci un villaggio. Negata questa ipotesi, sarebbe avanzato l'interesse del noto marchio che potrebbe aprire un suo albergo nell'undicesima città italiana dopo Milano, Como, Venezia, Firenze, Roma, Sorrento, Matera, Lecce, Giardini Naxos e Olbia.