15 dicembre 2018
Aggiornato 17:00

Schiamazzi e risse tra pregiudicati, sospesa la licenza alla discoteca Notorius

Da tempo il quartiere chiedeva provvedimenti per riportare la legalità in un locale i cui avventori hanno spesso dato problemi di ordine pubblico: il provvedimento della Polizia
Schiamazzi e risse tra pregiudicati, sospesa la licenza alla discoteca Notorius
Schiamazzi e risse tra pregiudicati, sospesa la licenza alla discoteca Notorius (Questura di Torino)

TORINO - Nella mattina di ieri, è stato notificato, al titolare della discoteca «Spazio Dora» (già Notorius) il provvedimento di sospensione della licenza di pubblica sicurezza per 15 giorni emesso dal Questore di Torino Francesco Messina. Domenica scorsa, il personale del Commissariato Barriera Milano, coadiuvato dal Reparto Prevenzione Crimine Piemonte, dal V Reparto Mobile di Torino e dalla Divisione Polizia Amministrativa e Sociale ha effettuato un controllo straordinario nel locale, anche a seguito delle segnalazioni dei residenti della zona di schiamazzi, disturbo della quiete pubblica e atti di inciviltà da parte dei clienti. 

I CONTROLLI DELLA POLIZIA - Nel mese di agosto agenti della Squadra Volante erano intervenuti nella stessa discoteca per la segnalazione di un avventore il quale aveva raccontato di essere stato minacciato in un bagno del locale. Nel corso dell’attività della scorsa domenica, gli agenti hanno controllato una trentina di avventori, una decina dei quali con precedenti di polizia. Due cittadini nigeriani sono stati sanzionati amministrativamente poiché detenevano marijuana per uso personale. All’interno del locale, occultati sotto i divanetti, il cane Akira ha rinvenuto quattro involucri contenenti marijuana, per un peso complessivo superiore ai 15 grammi, sequestrati a carico di ignoti.

15 GIORNI DI CHIUSURA - Inoltre, personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale ha denunciato in stato di libertà il titolare dell’esercizio poiché nei giorni antecedenti al controllo agenti della Squadra Volante avevano appurato che la discoteca era ancora aperta ben oltre il termine fissato per la chiusura. Alla luce degli elementi sopradescritti, ritenendo che il predetto esercizio, in ragione del rinvenimento di sostanze stupefacenti, presenti caratteristiche di pericolosità sociale contribuendo all’incremento dei fenomeni delinquenziali nella zona, il Questore ha disposto la chiusura del locale per 15 giorni.