12 novembre 2018
Aggiornato 23:30

Spaccia ai giardini in mezzo ai bimbi: pusher arrestato grazie alla segnalazione delle mamme

I poliziotti, per sorprenderlo, hanno utilizzato una tecnica a «tenaglia» e per lo spacciatore non c’è stato nulla da fare: trovate dosi di cocaina, contanti e un telefono
Spaccia ai giardini in mezzo ai bimbi: pusher arrestato grazie alla segnalazione delle mamme
Spaccia ai giardini in mezzo ai bimbi: pusher arrestato grazie alla segnalazione delle mamme (Questura)

TORINO - Mamme e poliziotti uniti per fermare un pusher che spacciava ai giardinetti frequentati dai bambini: è una storia a lieto fine quella che arriva da Mirafiori, dove uno spacciatore gabonese senza fissa dimora è stato arrestato dagli agenti del Commissariato Mirafiori grazie alla collaborazione con un gruppo di mamme decisamente agguerrito.

IL FERMO DEL PUSHER - Sono state le mamme, stufe di quella presenza costante vicina ai loro figli, a contattare la polizia e a spiegare come il pusher fosse solito spacciare ai giardinetti Nino Farina di via Portofino. L’uomo era solito smerciare le dosi vicino agli scivoli, ma ad ogni controllo risultava pressoché pulito. Questa volta, gli agenti hanno effettuato un’operazione a «tenaglia»: il primo poliziotto ha percorso i giardinetti avvicinandosi alla panchina dove l’uomo era seduto, con l’intento di farlo scappare. E infatti, notata la divisa, lo spacciatore si è alzato ed ha iniziato a correre nella direzione opposta, verso via Portofino. Purtroppo per lui, però, il secondo poliziotto era proprio lì ad attenderlo.

22 DOSI DI COCAINA - Dopo un breve inseguimento, F. M. è stato finalmente bloccato ed arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti. All’interno del suo zaino sono state infatti rìtrovate 22 dosi di cocaina, contanti e un telefono con i contatti degli acquirenti che, durante le fasi dell’arresto, non ha mai smesso di suonare.