17 novembre 2018
Aggiornato 23:00

Visite mediche senza fattura: scoperti due medici e un'evasione da 570mila euro

I finanzieri della Tenenza di Lanzo Torinese hanno ricostruito, dopo una breve indagine, il giro dei certificati sportivi rilasciati annualmente dai due dottori, accertando un’evasione fiscale per oltre 570.000 euro
Visite mediche senza fatture
Visite mediche senza fatture (Shutterstock.com)

TORINO - La guardia di finanza ha denunciato due medici per frode fiscale perché, hanno scoperto, che in due studi di Lanzo e Ciriè venivano fatte visite mediche per attività sportive agonistiche senza l'emissione obbligatoria (predisposta dall'Asl) della fattura. In molti casi i medici "dimenticavano" la ricevuta fiscale per la prestazione resa.

EVASIONE DA 570MILA EURO - I finanzieri della Tenenza di Lanzo Torinese hanno ricostruito, dopo una breve indagine, il giro dei certificati sportivi rilasciati annualmente dai due dottori, accertando un’evasione fiscale per oltre 570.000 euro.
Per uno dei due, inoltre, è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica di Ivrea per l’utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti che venivano emesse da un altro studio medico di Trofarello. Il medico, come hanno ricostruito i finanzieri, ha stipulato con lo studio compiacente un finto contratto di noleggio, a prezzi esorbitanti, di attrezzatura medica. Il tutto finalizzato a «gonfiare» i costi e quindi a pagare meno tasse.