17 novembre 2018
Aggiornato 22:30

Tira bottiglie e bici contro la moglie, poi la chiude fuori casa: arrestato uomo violento

L’uomo, un marocchino di 37 anni, picchiava la moglie a cui non aveva mai dato le chiavi di casa: la donna poteva solo uscire con il marito
Tira bottiglie e bici contro la moglie, poi la chiude fuori casa: arrestato uomo violento
Tira bottiglie e bici contro la moglie, poi la chiude fuori casa: arrestato uomo violento ()

TORINO - Picchiava la moglie davanti al figlio piccolo, le tirava addosso di tutto: bottiglie, piatti, sedie e addirittura una bici. Come se non bastasse, la obbligava a uscire solo in sua presenza. Sono queste le violenze fisiche e psicologiche che una donna subiva ogni giorno dal marito violento, un marocchino di 37 anni.

L’ARRESTO - La donna, esasperata, ha deciso di contattare la polizia dopo l’ennesima lite che aveva portato il marito violento a chiuderla fuori casa con il bambino piccolo. E’ successo nel quartiere Aurora. Dopo averla fatta uscire di casa, l’uomo si è allontanato impedendo di fatto alla donna di poter rientrare nell’appartamento non avendo mai avuto le chiavi di casa che erano solo nella disponibilità del marito.

MALTRATTAMENTI - La donna ha contattato quindi la Polizia di Stato e quando gli agenti sono arrivati sul posto ha raccontato loro quando era accaduto in giornata ma anche il vissuto di maltrattamenti psicologici e fisici subiti da lungo tempo, spesso in presenza del figlio piccolo. Gli agenti successivamente hanno rintracciato l’uomo e quando questi ha fatto ritorno a casa hanno constatato che l’alloggio presentava i segni di una lite nella quale erano stati lanciati oggetti sparsi per la casa. Alla luce del racconto della donna l’uomo è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.