17 novembre 2018
Aggiornato 22:30

Capodanno, mercatini ed eventi. A «Torino un Natale magico»: tutto quello che c'è da sapere

Eventi e spettacoli all’insegna della magia: è questa la grande novità di quest’anno di festeggiamenti. Cambio di location anche per l’albero di Natale e il Calendario dell’Avvento: tutti i dettagli
Capodanno, mercatini ed eventi. A «Torino un Natale magico»: tutto quello che c'è da sapere
Capodanno, mercatini ed eventi. A «Torino un Natale magico»: tutto quello che c'è da sapere (Diario di Torino)

TORINO - Il Natale 2018 a Torino sarà magico. Grandi novità all’ombra della Mole: quest’anno le feste di Natale e di Capodanno verranno celebrate all’insegna della magia. Un progetto innovativo, in grado di soddisfare diverse esigenze. I festeggiamenti dureranno un mese, saranno sparsi per tutta la città e coinvolgeranno più torinesi possibili. Il cuore dei festeggiamenti sarà il centro, ma vi saranno spettacoli ed eventi in ogni luogo di Torino: nei musei, nei ristoranti, al cortile del Maglio e in tante altre location. Il filo conduttore? La magia, che con Torino ha da sempre un legame unico. Ecco il programma nel dettaglio.

NATALE - Per la prima volta, il tradizionale albero di Natale verrà allestito nel cuore di Torino, piazza San Carlo. Poco vicino ci sarà il Calendario dell’Avvento, con la consueta apertura delle caselle alle ore 18:00 da parte dei vigili del fuoco del Comando Provinciale di Torino. Il presepe di Luzzati non cambia location: confermato il Borgo Medievale. Una delle grandi novità sono senza dubbio i weekend magici: in quattro luoghi significativi di Torino (piazza San Carlo, piazza Solferino, piazza Santa Rita e cortile del Maglio) vi saranno spettacoli di magia con i migliori artisti del panorama internazionale. Se la magia rappresenta l’innovazione in queste feste natalizie, i cinque concerti realizzati nelle chiese rappresentano invece la parte tradizionale del Natale torinese: il 15 e il 18 dicembre al Tempio Valdese sarà eseguita la versione integrale dell’Oratorio di Natale di Bach.

CAPODANNO - I torinesi e i turisti attenderanno l’arrivo della mezzanotte in piazza Castello, luogo scelto per festeggiare il Capodanno. Nessun grande cantante o artista di fama internazionale, ma un evento legato alla magia. «Sarà un Capodanno diverso, per le famiglie» è il commento entusiasta di Chiara Appendino.  Ballerini, artisti e illusionisti di fama internazionale si alterneranno sul palco, regalando una serata sicuramente diversa da tutti gli ultimi giorni dell’anno vissuti in precedenza. Immaginare una piazza aperta a tutti però è abbastanza utopico: con le recenti normative in materia di sicurezza, anche il miglior mago non riuscirebbe a garantire un evento aperto a tutti. Ecco perché nelle prossime settimane sarà la Prefettura a indicare la capienza della piazza. Il Comune ha fatto il possibile perché il numero sia elevato, spostando non a caso l’albero e il calendario dell’Avvento in piazza San Carlo.

I MERCATINI - Capitolo mercatini: le consuete bancarelle natalizie accompagneranno le feste dei torinesi dal 24 novembre sino al 6 gennaio, giorno dell’Epifania. Le location? Quattro: piazza Castello (lunedì-venerdì dalle 10:30 alle 21:00 e sabato, domenica, festivi e prefestivi dalle 10:30 alle 23:00), Cortile del Maglio (lunedì-venerdì dalle 12:00 alle 19 e sabato, domenica, festivi e prefestivi dalle 10:30 alle 19:00 solo fino al 23 dicembre), piazza Solferino (dal lunedì al venerdì alle 10:30 alle 21:00 e sabato, domenica, festivi e prefestivi dalle 10:30 alle 00:00), per finire con piazza Santa Rita (dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle 20:30 e sabato, domenica, festivi e prefestivi dalle 10:00 alle 20:30). La pista di pattinaggio sul ghiaccio sarà allestita in piazza Solferino.