12 novembre 2018
Aggiornato 23:00

Dramma in montagna, morti due escursionisti: i corpi ritrovati nella notte

Le vittime sono uscite per un’escursione e non hanno mai fatto ritorno a casa. Gli allarmi si sono rivelati fondati. Inutili le ricerche
Dramma in montagna, morti due escursionisti: i corpi ritrovati nella notte (archivio)
Dramma in montagna, morti due escursionisti: i corpi ritrovati nella notte (archivio) (Soccorso Alpino)

PIEMONTE - Sono terminate nel peggiore dei modi le ricerche di due escursionisti dispersi da ieri nelle montagne piemontesi: nella notte, i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese li hanno trovati morti e non hanno potuto far altro che recuperare i corpi privi di vita. 

LE VITTIME - Una delle due vittime è un uomo di 65 anni, residente a Pinerolo: era uscito con la mountain bike per percorrere un itinerario tra Val Pellice e Queyras, ma il suo corpo è stato individuato a monte del rifugio Granero. Non, come si era ipotizzato inizialmente, in Francia. Era precipitato in fase di discesa, forse a causa di una placca di neve gelata. 
L’altra vittima, di cui non si conoscono le generalità, è stata recuperata in Val Chisone intorno alle 00.30: i tecnici hanno prima individuato lo zaino nei pressi del colle del Sabbione e intorno alle 2.00 è stato ritrovato il corpo precipitato più a valle. In entrambi i casi verrà attesa l'apertura delle basi 118 di elisoccorso per procedere con le operazioni di recupero delle salme.