19 novembre 2018
Aggiornato 22:30

Richiedenti asilo impiegati come volontari in Procura a Torino, domani l'accordo

Domani sarà sottoscritto l'accordo tra il Procuratore Spataro e la cooperativa sociale "L'Isola di Ariel". Saranno impiegati per lavori semplici da 4 a 6 richiedenti asilo per volta
Tribunale di Torino
Tribunale di Torino ()

TORINO - Con un accordo che sarà sottoscritto domani tra il procuratore Armando Spataro e la cooperativa sociale "L'Isola di Ariel" si darà vita a un accordo con il quale sarà possibile per la Procura di Torino (che soffre di carenza di personale amministrativo) utilizzare, per semplici lavori materiali, alcuni richiedenti asilo ospitati, in attesa di risposta, nei Centri di Accoglienza Straordinaria o nell'ambito del Sistema Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati.

Nella mattinata di domani ci sarà la firma ufficiale, dopodiché la Procura potrà impegnare da 4 a 6 volontari previamente selezionati e sputati presso Centri gestiti dalla Cooperativa "L'Isola di Ariel». Nessun onere finanziario graverà sulla Procura di Torino o sul Ministero della Giustizia.

L'obiettivo è quello di favorire positivi processi di integrazione dei soggetti richiedenti protezione internazionale. Nella giornata di domani, dopo la firma, si sapranno ulteriori dettagli dell'accordo.