19 novembre 2018
Aggiornato 22:30

Torino si illumina d’arte: dal centro alle periferie, 24 luci d’Artista in tutta la città

Tredici opere d'arte in centro, dieci in periferia: l’elenco completo e le location delle Luci d’Artista, tradizionale appuntamento giunto ormai alla ventunesima edizione
Torino si illumina d’arte: dal centro alle periferie, 24 luci d’Artista in tutta la città
Torino si illumina d’arte: dal centro alle periferie, 24 luci d’Artista in tutta la città ()

TORINO - Torino si illumina d’arte. Verrà inaugurata domani la ventunesima edizione di Luci d’Artista, tradizionale appuntamento che accompagna i torinesi verso le feste di Natale. Quest’anno, come nella passata edizione, le luci si divideranno tra il centro e le periferie. Ogni Circoscrizione avrà almeno un’opera d’arte, per precisa volontà dell’assessore Leon: «La linea d’indirizzo della città è questa. In centro rimangono 13 luci, l’anno prossimo saranno 14. E’ importante portarle anche fuori dal centro, pur rispettando il contesto urbano». L’inaugurazione della ventunesima edizione di Luci d’Artista è prevista per domani, mercoledì 31 ottobre, alle ore 17:00 in via Giulio Gianelli, presso il Giardino Pietro Rava (Circoscrizione 8). Per la prima volta mancherà il Planetario, in via Roma: come spiegato, a causa di una necessaria manutenzione la struttura tornerà solo il prossimo anno. In via Roma vi saranno comunque luminarie natalizie, da non confondere con le Luci d’Artista.

LUCI D’ARTISTA IN CENTRO - Nonostante l’amministrazione abbia confermato la volontà di portare le Luci d’Artista in tutta Torino, il centro rimane il cuore pulsante del Natale. Tredici delle ventiquattro opere d’arte si trovano infatti in pieno centro. Come noto, manca il Planetario in via Roma ma il centro cittadino (tranne via Lagrange) sarà illuminato dal 31 ottobre sino al 13 gennaio. Queste le Luci d’Artista presenti in centro:
- Cosmonetrie, Mario Airò-piazza Carignano.
- Tappeto Volante, Daniel Buren-piazza Palazzo di Città.
- Regno dei Fiori, Nicola De Maria-piazza Carlina.
- Il Giardino Barocco Verticale, Richi Ferrero-via Alfieri, Palazzo Valperga Galleani.
- L’Energia che unisce si espande nel blu, Marco Gastini-Galleria Umberto I.
- Migrazione, Piero Gilardi-Galleria San Federico.
- Cultura=Capitale, Alfredo Jaar-piazza Carlo Alberto.
- Il Volo dei numeri, Mario Merz-Mole Antonelliana.
- Lui e l’arte di andare nel bosco, Luigi Mainolfi-via Carlo Alberto.
- Concerto di parole, Mario Molinari-viale dei Partigiani.
- Vento Solare, Luigi Nervo-piazzetta Mollino.
- Palomar, Guido Paolini-via Po.
- Noi, Luigi Stoisa-via Garibaldi.

LUCI D’ARTISTA IN PERIFERIA - Anche quest’anno l’amministrazione Appendino ha voluto portare il Natale e le Luci d’Artista in periferia. Le installazioni presenti nelle altre 7 Circoscrizioni (la Uno comprende il centro cittadino), sono ben dieci. Ecco l’elenco completo:
- L’amore non fa rumore, Domenico Pannoli-Chiesa di San Luca (Circoscrizione 2).
- Volo su..., Francesco Casorati-via Di Nanni (Circoscrizione 3)
- Illuminated Benches, Jeppe Hein-piazza Risorgimento (Circoscrizione 4)
- Ice Cream Light, Vanessa Safavi-piazza Montale (Circoscrizione 5)
- Vele di Natale, Vasco Are-piazza Foroni (Circoscrizione 6)
- Ancora una volta, Valerio Berruti-via Giulia di Barolo (Circoscrizione 7)
- Piccoli spiriti blu, Rebecca Horn-Monte dei Capuccini (Circoscrizione 8)
- Luce Fontana Ruota, Gilberto Zorio-Laghetto Italia 61 (Circoscrizione 8)
- My Noon, Tobias Rehberger-scuola elementare Collodi (Circoscrizione 8)

 Torino si illumina d’arte: dal centro alle periferie, 24 luci d’Artista in tutta la città

Torino si illumina d’arte: dal centro alle periferie, 24 luci d’Artista in tutta la città (© )