19 novembre 2018
Aggiornato 22:30

Valentino e Valentina pronte a tornare sul Po, ma con un motore elettrico

"Abbiamo già saltato due stagioni, per la prossima contiamo di essere nuovamente operativi", ha spiegato il responsabile della comunicazione Gtt Claudio De Consoli
L'incidente a Valentino e Valentina
L'incidente a Valentino e Valentina ()

TORINO - Esattamente due anni fa, a causa del maltempo da record, i battelli Valentino e Valentina furono coinvolti da un grave incidente che, da allora, ha compromesso la navigazione sulle acque del Po che tanto piaceva ai turisti. I due battelli non si sono più visti, anzi uno è andato completamente distrutto. Dopo tante parole però due "nuovi" Valentino e Valentina potrebbero tornare entro la primavera o, più verosimilmente, nell'estate 2019 e con un motore diverso dal passato, cioè elettrico.

"Abbiamo già saltato due stagioni, per la prossima contiamo di essere nuovamente operativi", ha spiegato il responsabile della comunicazione Gtt Claudio De Consoli, durante una commissione in Comune. La preoccupazione è di molti consiglieri comunali oltre che dei turisti e proprio per questo il tema è tornato all'ordine del giorno, per non arrivare nuovamente impreparati e non godere di un'attrazione che ogni anno coinvolge quasi 40mila persone.

DUE IMBARCAZIONI DIVERSE - Dovrebbero essere sempre due le imbarcazioni elettriche, una più grande e in funzione nei festivi e nei fine settimana quando l'afflusso è maggiore, e uno in settimana. Visto il cambio di motore e la modernizzazione, entrambi i nuovi battelli dovrebbero essere sensibilmente più leggeri dei precedenti (si parla di 10 tonnellate contro oltre 50).

BANDO - Prima di avere le nuove imbarcazioni ci sarà da fare un bando. In primis per l'affidamento dei lavori di costruzione dei nuovi battelli e poi per l’affidamento delle colonnine elettriche per la ricarica dei due nuovi battelli. Incarico che potrebbe essere di Iren.