19 novembre 2018
Aggiornato 22:00

Bazar della merce rubata in un furgone parcheggiato in corso Vigevano

Le targhe originali erano state sostituite con quelle rubate al furgone di una Onlus. Il tutto è nato da un furto sventato in corso Vigevano
Fermato un uomo in corso Vigevano
Fermato un uomo in corso Vigevano ()

TORINO - L’arresto di un uomo italiano di 38 anni ha portato la polizia a scoprire un vero e proprio bazar di merce rubata nascosto all’interno di un furgone che, con le targhe rubate al mezzo di una Onlus, stava parcheggiato in corso Vigevano angolo via Gressoney.

Il tutto è partito dalla chiamata di alcuni cittadini che avevano fermato un ladro (il trentottenne) sul fatto proprio in corso Vigevano. L’uomo aveva tentato di svaligiare un furgone in sosta quando il proprietario se n’è accorto e lo ha bloccato sul fatto. L’intervento della polizia ha permesso in primis di arrestare l’autore del reato e, in secondo luogo, di trovare il bazar della merce rubata grazie a un mazzo di chiavi che l’arrestato aveva in tasca.

Il furgone del trentottenne è risultato avere le targhe di un altro mezzo regolarmente parcheggiato in via Fiesole e appartenente a una Onlus. Documenti, valigette, borse, autoradio, indumenti, mazzi di chiavi, un’affettatrice, una bicicletta, bottiglie di birra, una cassetta per gli attrezzi e tanto altro è stato trovato a bordo del furgone. Tutto il materiale rinvenuto è stato consegnato agli aventi diritto e il trentottenne è stato anche denunciato per i reati di furto aggravato, ricettazione, riciclaggio e furto in abitazione.