19 novembre 2018
Aggiornato 23:30

Droga e persone pericolose, chiuso il mini market Meshaso in Barriera di Milano

Quando i poliziotti sono arrivati, c’è stato un fuggi fuggi dal locale: fermato un nigeriano di 23 anni irregolare sul territorio nazionale
Droga e persone pericolose, chiuso il mini market Meshaso in Barriera di Milano
Droga e persone pericolose, chiuso il mini market Meshaso in Barriera di Milano (Questura di Torino)

TORINO - Continuano i controlli nei mini market di Torino: i poliziotti del Commissariato Barriera Milano hanno notificato un provvedimento di sospensione della licenza per la somministrazione di cibi e bevande per 20 giorni al Meshaso mini market di via Montanaro. Il motivo? La presenza di persone pericolose e/o pregiudicate e il rinvenimento di sostanza stupefacente.

IL CONTROLLO - Nei precedenti controlli straordinari del territorio, effettuati all’interno dell’esercizio commerciale in questione, gli agenti del Commissariato «Barriera Milano», coadiuvati da personale del Reparto Prevenzione Crimine, delle Unità Cinofile e dell’U.P.G., avevano riscontrato la presenza significativa di persone pericolose e/o pregiudicate ed avevano rinvenuto diverse dosi di sostanza stupefacente celate dietro il bancone e nel bidone della spazzatura posto vicino l’ingresso del locale. All’atto della notifica del provvedimento, gli operatori hanno notato davanti e dentro il locale, diversi cittadini stranieri che alla vista dei poliziotti tentavano di allontanarsi. Uno di questi, un nigeriano di 23 anni, è stato trovato in possesso di 6 involucri di marijuana. Il giovane, con precedenti specifici e irregolare sul Territorio Nazionale, è stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente.