28 settembre 2020
Aggiornato 04:30
Politica

Gaffe della consigliera Ferrero: «Si Tav? Disperati, anziani e madamin salottiere…»

La consigliera del M5S alza i toni del dibattito a due giorni dalla manifestazione pro Alta Velocità. Appendino prende le distanze: «Il suo pensiero non è quello dell’amministrazione…»

TORINO - Guerra. Guerra economica. E’ con queste parole che la consigliera del M5S Viviana Ferrero definisce la differenza di posizioni tra chi è a favore del Tav e chi invece da anni è contro l’Alta Velocità. Parole pesanti, che sono solo il preludio di quello che, in un post scritto su Facebook dalla consigliera pentastellata, diventa un attacco a chi, sabato 10 novembre, manifesterà sotto il palazzo della Regione in favore del Tav. Persone definite dalla Ferrero «Disperati, anziani disinformati, madamin salottiere…».

APPENDINO PRENDE LE DISTANZE - Il post di Viviana Ferrero ha immediatamente suscitato le reazioni sdegnate di chi, tra meno di 48 ore, quella piazza la occuperà per esprimere il proprio legittimo e democratico dissenso. Il capogruppo del Partito Democratico, Stefano Lo Russo, ha immediatamente ripreso il post, tirando in ballo la sindaca Chiara Appendino: «Questa la considerazione che hanno dei cittadini che si sono dichiarati favorevoli alla manifestazione. Chissà cosa ne pensa la sindaca Appendino? Prenderà le distanze? Credo e penso di non sbagliarmi, sceglierà di stare in silenzio. Anche perché probabilmente questo è anche il suo di pensiero». La sindaca ha però dichiarato poco dopo di non condividere il pensiero della consigliera Ferrero: «Il pensiero espresso dalla consigliera Ferrero non rappresenta quello di questa amministrazione, che ribadisce il rispetto e l’ascolto di quanti parteciperanno alla manifestazione di sabato e delle loro istanze».

MIGLIAIA DI TORINESI IN PIAZZA - Il pensiero della Ferrero ha fatto storcere il naso soprattutto a chi, offeso dal post su Facebook, ha ricordato come la consigliera sia oltretutto la presidente della Commissione Diritti e Pari Opportunità. Di certo, a poche ore dalla manifestazione che porterà in piazza migliaia di torinesi, la consigliera pentastellata ha deciso di alzare i toni del dibattito.

LE SCUSE - Qualche ora dopo il post, è stata la stessa Viviana Ferrero a correggere il tiro, scusandosi: «Rispetto la liberta' di manifestare e quanti scenderanno in piazza . Mi scuso se qualcuno si e' sentito offeso dalle mie mie parole».