19 novembre 2018
Aggiornato 22:30

CasaPound non sarà in piazza Castello: «Né con Appendino né con i poteri forti»

In un primo momento si era pensato che CasaPound potesse partecipare alla manifestazione di oggi: «Ci saranno amici attivi nei comitati di quartiere, ma a titolo personale»
CasaPound non sarà in piazza Castello: «Né con Appendino né con i poteri forti»
CasaPound non sarà in piazza Castello: «Né con Appendino né con i poteri forti» (Shutterstock.com)

TORINO - CasaPound non parteciperà alla manifestazione che tra poche ore prenderà il via in piazza Castello. In un primo momento si era pensato che il partito della tartaruga essere in piazza, a fianco dei «Si Tav» dei «No Ztl prolungata a Torino» e delle tante anime della protesta. Non è così, anzi. CasaPound ha colto l’occasione per ribadire la propria linea: né con Appendino né con i poteri forti.

L’ATTACCO DI CASAPOUND AD APPENDINO - «La Sig.ra Appendino è il peggior sindaco che la nostra città potesse avere. Tuttavia domani non saremo in piazza - con queste parole Marco Racca e Matteo Rossino, responsabili regionale e provinciale del partito, smentiscono le ultime indiscrezioni - Pur condividendo le legittime proteste degli amici del 'No ZTL', non intendiamo scendere formalmente in piazza con il Pd e il circuito di poteri forti che la sinistra rappresenta. Noi con chi ha ucciso la nostra città con degrado e povertà, non vogliamo avere nulla a che fare. Vogliamo augurare in ogni caso una buona manifestazione ai cittadini che manifesteranno il loro dissenso contro i CinqueStelle - hanno proseguito Racca e Rossino - La Appendino ha dimostrato non essere in grado di gestire la città. Deve andare via prima che la situazione peggiori. Sappiamo - hanno concluso Racca e Rossino - che tanti nostri amici e simpatizzanti domani saranno in piazza, soprattutto perché attivi nei vari comitati di quartiere, commercianti etc. La loro presenza in piazza, tuttavia, sarà a titolo meramente personale».