24 aprile 2019
Aggiornato 20:30
CRONACA

Tentano di bruciare la casa di Federico Ruffo, giornalista che ha indagato sui rapporti Juve-‘Ndrangheta

Ignoti hanno cosparso il pianerottolo di benzina: solo l’intervento di un cane ha scongiurato il peggio. Sulla porta di casa una croce di vernice rossa

TORINO - Sgomento. Non ci sono altri termini per descrivere quanto accaduto nella periferia di Roma, dove alcuni ignoti hanno provato a bruciare la casa di Federico Ruffo, giornalista di Report che recentemente ha indagato sull’infiltrazione della ‘Ndrangheta nella curva della Juventus.

BENZINA SUL PIANEROTTOLO - L’abitazione di Ruffo si trova tra Ostia Antica e Acilia. Intorno alle 04:30 alcune persone hanno disegnato una croce rossa sulla porta della sua abitazione, poi hanno cosparso il pianerottolo con della benzina. Per fortuna un cane ha sentito l’odore e i rumori e ha abbaiato, facendo così fuggire i malviventi. Un episodio inquietante, che lascia intendere quanto l’inchiesta portata avanti da report abbia «infastidito» i malviventi che ora provano a difendere i loro business con le minacce e la violenza.