19 dicembre 2018
Aggiornato 00:00

Sicurezza a Torino, in arrivo i droni per la polizia municipale: supporteranno gli agenti in divisa

Al via i test in piazza Castello e in altre aree del centro cittadino: serviranno a controllare le zone più a rischio sicurezza ma «non chiamatelo Grande Fratello»
Sicurezza a Torino, in arrivo i droni per la polizia municipale: supporteranno gli agenti in divisa (immagine archivio)
Sicurezza a Torino, in arrivo i droni per la polizia municipale: supporteranno gli agenti in divisa (immagine archivio) (Diario di Torino)

TORINO - Tornano i droni a Torino. Dopo lo spettacolo di San Giovanni, il Comune di Torino si prepara a sperimentare un altro uso dei droni: gli apparecchi tecnologici infatti, saranno presto a disposizione della polizia municipale che li utilizzerà per garantire la sicurezza dei cittadini.

DRONI A TORINO - Vietato utilizzare la parola «Grande Fratello»: i cittadini non verranno «spiati» come temuto da molti, ma anzi. La privacy verrà rispettata e i droni supporteranno la polizia municipale nell’analisi del territorio e nell’elaborazione dei dati. Facile pensare che dopo la fase di test, iniziata ieri in piazza Castello e in corso nel centro cittadino, i droni serviranno a mappare zone del territorio più a rischio sicurezza, dove la presenza di pattuglie a piedi potrebbe non essere sicura ed efficace. Un supporto per gli uomini in divisa, dunque. «La Città sta per definire un accordo con un’azienda importante al fine di avviare la sperimentazione di droni in supporto ai vigili» ha spiegato l’assessore all’Innovazione Paola Pisano.