19 dicembre 2018
Aggiornato 00:00

Blitz della polizia nei locali della movida: decine di migliaia di euro di multe

Market etnici nel mirino degli agenti, ma non solo: riscontrate irregolarità anche nella discoteca «Club 84»
Blitz della polizia nei locali della movida: decine di migliaia di euro di multe
Blitz della polizia nei locali della movida: decine di migliaia di euro di multe ()

TORINO - Blitz della polizia nei locali della movida: come disposto dal Questore Francesco Messina, il personale del Commissariato Barriera Nizza ha pianificato una serie di controlli nei numerosi esercizi pubblici nella zona di propria competenza. Per farli, i poliziotti si sono avvalsi della collaborazione della polizia municipale, dell’Asl e dello Spresal, oltre che dell’Ispettorato del Lavoro di Torino. Tante le irregolarità riscontrate, multe per decine di migliaia di euro.

ALCOL NEI MARKET ETNICI - I gestori di 2 locali, ubicati in via Nizza e via Saluzzo, sono stati sanzionati per non aver interrotto  la vendita di bevande alcoliche e superalcoliche dalle ore 24 alle 06, come previsto dalle disposizioni vigenti. Entrambi i cittadini stranieri, di  provenienza  bengalese, sono stati sanzionati per un importo di 6.826,67 €. In 2 locali di vicinato, ubicati in via Berthollet e via Principe Tommaso, sono state riscontrate diverse irregolarità amministrative: merce esposta priva dei prezzi di vendita; carenze igienico sanitarie; mancanza del piano di autocontrollo HACCP; mancanza di autorizzazione insegne, evasione canone CIMP, carenze di natura igienico sanitaria e irregolarità edilizie attualmente in fase di accertamento. Ai due proprietari, di cittadinanza marocchina e bengalese, sono state comminate sanzioni per 10.014 €.

CLUB 84 - Infine, nella notte fra venerdì e sabato, è stato sottoposto a controllo il «Club 84» di corso Massimo d’Azeglio, ove sono state riscontrate diverse irregolarità di natura amministrativa e penale. Gli agenti del Comm.to Barriera Nizza hanno denunciato il rappresentante iscritto in licenza, cittadino italiano di 64 anni, per la violazione di cui all’art. 681 c.p., non avendo avviato le verifiche preliminari sui sistemi di sicurezza della struttura e per aver consentito l’ingresso nel locale a un numero superiore di persone rispetto alla capienza massima, nonchè ai sensi dell’art. 17 TULPS, poiché conduceva l’attività di trattenimenti con persona non iscritta in licenza. 2 dei 14 addetti ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacoli aperti al pubblico sono risultati privi di regolare tesserino di riconoscimento, in quanto mai ottenuto. Il titolare del locale è stato sanzionato in merito per un importo pari a 3333,4 €. Gli agenti della Polizia Municipale ha riscontrato diverse violazioni amministrative all’interno del locale, per un totale complessivo di 5258 €, per la mancata esposizione delle licenze e della tabella dei prezzi delle bevande, la mancanza del piano autocontrollo HACCP e dell’autorizzazione insegne.