16 dicembre 2018
Aggiornato 14:00

«Non mi facevano salire senza biglietto»: confessa il piromane che ha incendiato 7 bus Gtt

Incredibile la motivazione che ha spinto l’uomo a dare fuoco ai bus Gtt: i carabinieri lo hanno incastrato grazie alle telecamere di videosorveglianza della zona
«Non mi facevano salire senza biglietto»: confessa il piromane che ha incendiato 7 bus Gtt
«Non mi facevano salire senza biglietto»: confessa il piromane che ha incendiato 7 bus Gtt (Carabinieri)

TORINO - Ha confessato il piromane che ha incendiato nella notte di ieri 7 bus Gtt. L’uomo, un 50enne italiano senza fissa dimora, ha lasciato i carabinieri di stucco quando ha rivelato le motivazioni che lo hanno spinto a questo gesto criminale: «Volevo viaggiare gratis, loro non mi facevano salire senza biglietto». Svelato quindi il motivo che ha spinto il piromane ad appiccare il fuoco.

L’INCENDIO - L’incendio, come detto, si è propagato da un mezzo e ha coinvolto altri 6 bus. Il bilancio? Disastroso: 7 bus completamente distrutti, nonostante il repentino intervento dei vigili del fuoco. I carabinieri, dopo una mattinata di indagini, sono risaliti al piromane grazie alle telecamere di videosorveglianza della zona. L’incendio è avvenuto alla stazione di Chieri.