12 dicembre 2018
Aggiornato 19:30

A Torino l’Imam estremista che giustificò l’attentato a Charlie Hebdo incontra i fedeli islamici

L’Imam, noto nel mondo islamico per le posizioni estremiste e conosciuto anche dall’Interpol, si trova a Torino
A Torino l’Imam estremista che giustificò l’attentato a Charlie Hebdo incontra i fedeli islamici
A Torino l’Imam estremista che giustificò l’attentato a Charlie Hebdo incontra i fedeli islamici (Facebook)

TORINO - Torino ospita l’Imam estremista, l’uomo che nel 2015 giustificò l’attentato a Charlie Hebdo. E’ stato accolto ieri nella moschea di corso Giulio Cesare e sarà ospite oggi di quella di via Saluzzo Béchir ben Hassan, Imam tunisino decisamente controverso. Il suo arrivo nel capoluogo piemontese ha destato scalpore, perché Béchir ben Hassan è notoriamente una figura piuttosto controversa.

CHI E’ BECHIR BEN HASSAN - Béchir ben Hassan è membro dell’Unione mondiale degli studiosi dell’Islam, ma le sue posizioni estremiste sono note in tutto il mondo. Anche perché l’Imam non fa nulla per nasconderle, anzi: in Tunisia le sue posizioni intransigenti sono famose. Béchir ben Hassan professa l’astinenza dall’alcol e ne vorrebbe vietare la vendita nei market tunisini, l’abolizione o comunque il divieto di festeggiare San Valentino. L’esternazione più controversa rimane comunque l’approvazione della strage di Charlie Hebdo: Béchir ben Hassan ha infatti sostenuto come chiunque sia critico verso Maometto meriti una morte per impiccagione, motivo per il quale i giornalisti satirici francesi avrebbero quindi meritato la morte. Béchir ben Hassan è stato inoltre arrestato nel 2013 dall’Interpol. Da ieri si trova a Torino, libero di professare le sue idee. Una cosa che non gli è stata concessa in Canada, in Quebec, dove una deputata era riuscita a farne saltare la conferenza.