16 dicembre 2018
Aggiornato 13:30

Carne avariata ed escrementi di topo, la verità del Norman: «Torinesi, vi spieghiamo tutto»

Lo storico locale corre ai ripari e scrive una lettera ai Torinesi, smentendo alcune situazioni segnalate dalla polizia
Carne avariata ed escrementi di topo, la verità del Norman: «Torinesi, vi spieghiamo tutto»
Carne avariata ed escrementi di topo, la verità del Norman: «Torinesi, vi spieghiamo tutto» (Questura)

TORINO - Quando nella giornata di ieri la polizia ha rilasciato la notizia di una maxi multa al bar Norman per vendita di alimenti in cattivo stato di conservazione e frode nell’esercizio del commercio, in pochi ci volevano credere. Carne avariata, escrementi di topo e cibo scaduto hanno fatto rabbrividire tutti. Il giorno dopo però è lo stesso bar Norman, scusandosi con i Torinesi, a voler raccontare la propria verità. A spiegare quanto accaduto.

LA VERITA’ DEL BAR NORMAN - Nonostante tutte le informazioni divulgate dai giornali arrivino da un comunicato ufficiale proveniente dalla Questura di Torino, il bar Norman fornisce un’altra verità. Cinque i punti precisati dalla titolare del locale, che comunque dovrà pagare una multa di 28.000 euro per le irregolarità riscontrate dagli agenti del Commissariato Centro.

1) il controllo è avvenuto in data 9/11/2018, e non in data 16/11
2) Il cibo indicato come «malconservato» era stato acquistato nelle 48 h antecedenti, regolarmente cotto, abbattuto e confezionato, ma non ancora etichettato; inoltre le fatture di acquisto inerenti ai suddetti sono state rese immediatamente disponibili all’autorità
3) Il cibo indicato come scaduto era tale da 24 ore, come riportato dal verbale medesimo
4) La foto della carne tritata pubblicata non rappresenta in alcun modo cibo scaduto, bensì un ordine rimandato in cucina qualche ora prima perché troppo condito e quindi ossidato
5) Inoltre, ci teniamo a precisare, per favorire una più completa informazione da parte degli organi di stampa verso utenti e lettori che non risulta segnalata in nessun punto del verbale notificatoci la presenza di escrementi di topo.

COSA DICE LA QUESTURA - Una versione, quella fornita dal bar, che differisce da quanto riportato dalla Questura. C’è di più: nel comunicato divulgato dalla polizia, sono anche allegate delle fotografie e una di queste immortala una data di scadenza inequivocabile su una confezione di hamburger di seitan: 24/04/2017. Il Norman precisa come il comunicato rispetta l’attività svolta dalle autorità competenti ma, di fatto, la mette in dubbio e la sconfessa. Anche la questione degli escrementi di topo, smentita nel punto 5, è in realtà segnalata dalla polizia stessa.

Il comunicato delle Questura che parla di escrementi di topo

Il comunicato delle Questura che parla di escrementi di topo (© Questura)