19 dicembre 2018
Aggiornato 01:00

Il ministro Costa a Torino con Appendino: «Nel 2032 chiuderà il termovalorizzatore del Gerbido»

Il ministro ha fatto tappa a Torino dove ha incontrato la sindaca e l'assessore all'Ambiente Alberto Unia. Si è parlato del termovalorizzatore del Gerbido, una struttura da sempre contestata dal Movimento 5 Stelle
Il termovalorizzatore del Gerbido
Il termovalorizzatore del Gerbido ()

TORINO - Quella di ieri è stata la giornata della visita del ministro all'Ambiente Sergio Costa a Torino. E, dopo aver piantato un albero nella scuola Vittorio Veneto di via Sospello, ha parlato di un tema molto caro al Movimento 5 Stelle, tanto da essere diventato un cavallo di battaglia della sindaca Chiara Appendino quando sedeva tra i banchi dell'opposizione in Consiglio comunale: i termovalorizzatori e in particolare quello del Gerbido.

"L'inceneritore del Gerbido rimarrà attivo fino al 2032", cioè alla scadenza del contratto. A dirlo è stato proprio il ministro Costa che ha asserito che ormai i termovalorizzatori sono superati e, visto che aprirne di nuovi "non avrebbero senso", questi andranno via via in disuso. Compreso quello tanto discusso del Gerbido, il cui contratto scade appunto nel 2032.

Con il ministro erano presenti anche la sindaca Appendino e l'assessore all'Ambiente Alberto Unia. Questi hanno spiegato che non è possibile chiudere prima l'inceneritore di Grugliasco perché ci sono obblighi contrattali e impegni presi da chi ha governato Torino precedentemente. "Stiamo lavorando però sulla differenziata in modo tale da arrivare entro il 2023 al 65% dei rifiuti differenziati".