19 dicembre 2018
Aggiornato 02:00

Blitz fuori dal liceo Alfieri: trovato borsone pieno di droga nell’auto di un giovane

Gli agenti del Commissariato Barriera Nizza hanno ritrovato 1,3 kg di droga nell’auto e nella camera da letto di un 22enne
Blitz fuori dal liceo Alfieri: trovato borsone pieno di droga nell’auto di un giovane
Blitz fuori dal liceo Alfieri: trovato borsone pieno di droga nell’auto di un giovane ()

TORINO - Un borsone della palestra pieno di droga, nascosto all’interno di un’auto parcheggiata fuori dal liceo Alfieri. E’ quanto scoperto dagli agenti del Commissariato Barriera Nizza: 1,3 i kg di sostanza stupefacenti ritrovati nell’auto e nella camera da letto di un ragazzo di 22 anni. Il controllo è stato disposto dal Questore Francesco Messina nell’ambito del progetto Scuole Sicure. Il giovane, incensurato, è stato arrestato.

1,3 kg DI DROGA - In questa occasione i poliziotti hanno effettuato un’accurata ispezione all’interno, davanti e lungo il perimetro dell’istituto Alfieri di corso Dante 80. Transitando in via Giuria il cane poliziotto anti-droga ha segnalato una Fiat Grande Punto in sosta. Dagli accertamenti effettuati sull’autovettura è emerso che l’auto era intestata ad una donna ma di fatto esclusivamente in uso al figlio, un ragazzo italiano di 22 anni. Dopo un breve periodo di osservazione, non vedendo giungere nessuno, gli operatori si sono diretti presso l’abitazione del giovane. Qui, all’interno della sua camera da letto, sono stati rinvenuti e sequestrati  641 grammi di droga, un grinder utilizzato per sminuzzare vegetali e un coltello multiuso con tracce di droga sulle lame. Il 22enne deteneva hashish, marijuana e polline di marijuana in differenti punti della stanza; su dei  «pizzini» scritti a mano erano riportati i diversi nomi delle qualità di marijuana detenute: Lemon Haze, Amnesia, White Shark, Ah47, Candy Kush, Jack Herrer, Berry Kush.
All’interno del baule del veicolo, invece,  gli agenti hanno trovato 4 grosse buste contenenti marijuana, tre contenute all’interno di un borsone da palestra ed una posta all’interno di una scatola di cartone «riciclata». L’autovettura è stata sottoposta a sequestro penale come la sostanza stupefacente rinvenuta al suo interno, nello specifico 686 grammi.