16 dicembre 2018
Aggiornato 13:00

Sentinelle sui tetti della piscina Parri: cocaina nei cunicoli, 4 stranieri espulsi

Ha dell'incredibile quanto scoperto dai poliziotti: droga sotto il tetto della piscina Parri, sopra sentinelle per gestire dall'alto la piazza di spaccio
Sentinelle sui tetti della piscina Parri: cocaina nei cunicoli, 4 stranieri espulsi
Sentinelle sui tetti della piscina Parri: cocaina nei cunicoli, 4 stranieri espulsi (Questura)

TORINO - Droga nascosta nei cunicoli del tetto, sentinelle sul tetto a controllare la zona: ha dell’incredibile quanto scoperto alla piscina Parri, nel cuore di San Salvario. Che la Parri fosse luogo di spaccio è noto, tanto che sono in atto progetti di recupero e riqualificazione da parte della Circoscrizione, ma che il sistema di spaccio fosse così organizzato è forse una sorpresa.

LE ESPULSIONI - Eppure, durante un pattugliamento dell’area delimitata dalle vie Giotto/Tiziano e i corsi Dante/Massimo d’Azeglio, gli agenti della polizia si sono imbattuti in alcuni stranieri sui tetti. Gli operatori, allo scopo di far scendere in sicurezza le persone individuate, hanno richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco, che mediante scala a cestello hanno provveduto a far discendere 6 ragazzi stranieri di età compresa tra i 18 e 20 anni. I giovani sono stati accompagnati presso l’Ufficio Immigrazione della Questura per accertare la loro posizione sul Territorio Nazionale. Al termine delle verifiche 4 di questi, 2 senegalesi, 1 mauritano e 1 maliano, sono stati espulsi. All’interno di un cunicolo ubicato sui tetti della piscina, via Tiziano angolo via Ormea, sono stati rinvenuti 7 involucri di cocaina, sequestrati a carico di ignoti. Nel contesto del controllo sono state identificate complessivamente 30 persone e sottoposti a controllo 3 esercizi pubblici.