19 dicembre 2018
Aggiornato 00:00

Calci e pugni alla moglie, arrestato marito violento dagli agenti del Commissariato Barriera Milano

La donna ha raccontato ai poliziotti di essere vittima dei soprusi da anni: arrestato 64enne marocchino con precedenti di polizia
Calci e pugni alla moglie, arrestato marito violento dagli agenti del Commissariato Barriera Milano
Calci e pugni alla moglie, arrestato marito violento dagli agenti del Commissariato Barriera Milano (Questura)

TORINO - Nei giorni in cui si parla di quanto sia ignobile la violenza sulle donne, purtroppo Torino si ritrova a fare i conti con l’ennesimo episodio di violenza nei confronti del sesso debole. Un episodio che, per fortuna, si è concluso con l’arresto dell’uomo violento.

BOTTE E ARRESTO - Nella tarda mattinata di venerdì, gli agenti del Commissariato Barriera Milano sono per una lite tra marito e moglie. I poliziotti, giunti sul posto, hanno subito visto una donna straniera, molto provata, che ha raccontato di aver subito un’aggressione da parte del marito con il quale, però, non conviveva da un paio di anni. Rincasando, la donna è stata avvicinata dal marito il quale l’ha subito insultata e minacciata e poi afferrata per i polsi. Alla resistenza opposta dalla donna, l’uomo ha risposto con violenza percuotendola con schiaffi, pugni e calci. La vittima ha anche riferito ai poliziotti che sebbene non convivesse più con suo marito da due anni, il comportamento dell’uomo si era fatto sempre più minaccioso tanto che ogni volta che usciva di casa temeva per la propria incolumità essendo stata vittima dei suoi soprusi soprattutto di natura psicologica. A seguito dei fatti narrati, gli agenti del commissariato Barriera Milano hanno tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia e minaccia il marito della vittima, un sessantaquattrenne cittadino marocchino già gravato da precedenti di polizia per lesioni, risalenti allo scorso anno, proprio nei confronti della moglie.