3 aprile 2020
Aggiornato 10:00
Maltempo

Il Piemonte conta i danni del maltempo

Le precipitazioni più intense al confine con la Liguria, dove si sono superate i 100 millimetri di pioggia in 12 ore. Neve fresca in montagna, che ha raggiunto i 50 centimetri ai 2mila metri di quota
Il Piemonte conta i danni del maltempo
Il Piemonte conta i danni del maltempo Vigili del fuoco

TORINO - Torna il sereno sul Piemonte dopo l'ennesima ondata di maltempo che ha provocato numerosi disagi in tutta la Regione. Le precipitazioni più intense al confine con la Liguria, dove si sono superate i 100 millimetri di pioggia in 12 ore. Neve fresca in montagna, che ha raggiunto i 50 centimetri ai 2mila metri di quota. Fiumi sopra la soglia d'attenzione in provincia di Alessandria, nel Cuneese e nel Novarese.

Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco per allagamenti e frane. L'ultima, in ordine cronologico, è quella che questa notte ha interessato la SP85 tra Borgomanero e Gargallo, in provincia di Novara, all'altezza di Piovano. Lo smottamento ha interessato un fronte di una cinquantina di metri e ha coinvolto due vetture. Gli occupanti sono riusciti a mettersi in salvo per tempo. La strada è chiusa al traffico.

Frana Quincinetto, chiusa carreggiata A5

Una carreggiata dell'autostrada A5 Torino-Aosta è stata chiusa a causa dell'allerta scattata per il movimento della frana in località Chiappetti di Quincinetto a causa delle forti piogge degli ultimi giorni. Lo ha disposto la protezione civile che ha decretato la fase 2. La chiusura riguarda il tratto tra i caselli di Pont-Saint-Martin e di Quincinetto dove le auto possono transitare su una sola carreggiata con doppio senso di marcia. Sono possibili rallentamenti. Dopo una verifica la protezione civile ha deciso di aprire una carreggiata (una corsia in direzione sud e una in direzione nord) dell'autostrada A5 Torino-Aosta, tra Pont-Saint-Martin e Quincinetto. L'allerta è scesa al livello 2.