17 aprile 2021
Aggiornato 15:30
Crowdfunding

Babbo Natale è donna

Una rassegna teatrale che esalta la forza femminile: è il progetto vincitore del bando Crowdfunder35 di Fondazione Sviluppo e Crescita CRT
Rassegna teatrale
Rassegna teatrale eppela.com

Investire nel capitale umano, sostenere e supportare progetti culturali di qualità, contribuire a mantenere viva la relazione con i territori, sono solo alcuni degli obiettivi di Funder35, iniziativa nata nel 2012 nell’ambito della Commissione per le Attività e i Beni Culturali dell’Acri (Associazione di Fondazioni e Casse di Risparmio Italiane), che in sei anni di attività ha investito, alimentato e supportato circa 300 imprese culturali senza scopo di lucro, che operano principalmente nell’ambito della produzione artistica e delle attività culturali.

Funder35

Oggi Funder35 si avvale della collaborazione di Fondazione Sviluppo e Crescita Crt dando vita a CROWDFUNDER35, il primo progetto di crowdfunding realizzato con il supporto di Eppela e rivolto a tutte le imprese che attualmente costituiscono la comunità di Funder35, per sostenere le migliori organizzazioni nella produzione e realizzazione delle loro attività artistiche e culturali, e accompagnarle con un percorso formativo finalizzato ad accrescerne le competenze.

Tra i progetti candidati, provenienti da 11 Regioni italiane - Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Toscana, Veneto, Emilia Romagna, Basilicata, Campania, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Puglia - sono 21 quelli selezionati che dal 14 settembre 2020 a gennaio 2021 diventeranno oggetto di altrettante campagne di crowdfunding su Eppela.

Tra questi, i progetti che raggiungeranno attraverso la campagna di crowdfunding l’obiettivo prefissato o raccoglieranno un importo pari almeno al 50% del budget richiesto, saranno cofinanziati da Fondazione Sviluppo e Crescita CRT, che raddoppierà quanto raccolto fino a un importo massimo di Euro 5.000,00 per progetto.

Al via fino al 18 dicembre la terza call che comprende sei iniziative che si sviluppano sui territori di Piemonte, Lombardia, Veneto Friuli Venezia Giulia e Puglia.

Babbo Natale è Donna

Tra queste, BABBO NATALE È DONNA è il progetto presentato dall’Associazione torinese Tedacà nata nel 2002, che propone la rappresentazione di sei spettacoli teatrali, ironici ed evocativi, incentrati sulla forza dell’universo femminile. Per 30 giorni Bellarte, il teatro della compagna, ospiterà 6 nostre produzioni:

  • Alice, per adesso, un testo inedito in Italia di Sylvain Levey che getta uno sguardo incisivo, tenero e lucido sulla storia delle migrazioni viste dallo sguardo di un’adolescente di 13 anni;
  • Donne, che narra il percorso di emancipazione dell’universo femminile nel Novecento italiano;
  • Frida Khalo, un nastro intorno alla bomba, la storia di una donna che ama, una donna capace di lottare per l’arte e la politica, una donna che andava contro le convenzioni, e combatteva contro il suo destino, raccontata in prima persona;
  • Il mare a cavallo che dà voce a Felicia Bartolotta, madre di Peppino Impastato, dilaniato da una bomba sulla ferrovia Trapani-Palermo il 9 maggio del 1978;
  • Servizio Favole, liberamente ispirato alle favole e filastrocche di Gianni Rodari, in questa favola teatrale quattro bambine si trovano in una stanza e, attraverso diversi oggetti di uso quotidiano, costruiscono mondi strampalati e scoprono che sbagliando si impara.
  • Welcome to Commonplace è la storia di quattro sconosciute che si trovano a condividere spazi comuni, fino a quando lo spettacolo si interrompe, il tempo si ferma. E, quasi come se fosse il destino stesso a parlare, una voce si rivolge direttamente agli spettatori, regalando loro una facoltà preziosissima: scegliere.

Tutti gli spettacoli sono interpretati (quasi esclusivamente) da donne e parlano proprio di loro, di come siano in grado di superare qualsiasi ostacolo e avversità e siano dotate di poteri che vanno ben oltre quelli di Babbo Natale: una provocazione ironica, che invita però a una riflessione sulle tante battaglie fatte dalle donne per le donne.

Acquistando ora un biglietto per la rassegna teatrale «Babbo Natale è donna» sarà possibile sostenere fina da subito il teatro Bellarte e aiutare i Teatri e i luoghi dello spettacolo, fermi da mesi a seguito delle restrizioni Covid, a ripartire.