12 dicembre 2017
Aggiornato 22:30

Un luogo lugubre e spettrale: cos'è rimasto dell'ex manicomio di Collegno?

Il luogo, nel corso degli anni, ha subito una profonda trasformazione. Da monastero dei Certosini a manicomio e sede di concerti, sino all'abbandono di oggi: ecco come si presenta oggi, nelle immagini di Christian Bernardinelli

  1. Oggi, all'ex manicomio di Collegno regna soltanto il silenzio (© Christian Bernardinelli)
    1

    Oggi, all'ex manicomio di Collegno regna soltanto il silenzio (© Christian Bernardinelli)

  2. Tutto è tristemente abbandonato
    2

    Tutto è tristemente abbandonato (© Christian Bernardinelli)

  3. Nelle sale sono ancora presenti alcuni oggetti e arredamenti
    3

    Nelle sale sono ancora presenti alcuni oggetti e arredamenti (© Christian Bernardinelli)

  4. Attraversando questo luogo a piedi mette un tantino in soggezione
    4

    Attraversando questo luogo a piedi mette un tantino in soggezione (© Christian Bernardinelli)

  5. In passato vi fu un monastero dei padri Certosini
    5

    In passato vi fu un monastero dei padri Certosini (© Christian Bernardinelli)

  6. Guardando attentamente questi luoghi, la sensazione è che il tempo si sia fermato
    6

    Guardando attentamente questi luoghi, la sensazione è che il tempo si sia fermato (© )

  7. L'ex direttore del manicomio Lorenzo Ceppi decentrò l'ospedale vicino a una cascina
    7

    L'ex direttore del manicomio Lorenzo Ceppi decentrò l'ospedale vicino a una cascina (© Christian Bernardinelli)

  8. Il manicomio si stabilì alla Certosa l'8 settembre 1852
    8

    Il manicomio si stabilì alla Certosa l'8 settembre 1852 (© Christian Bernardinelli)

  9. Girovagando in questi luoghi non è inusuale imbattersi in tossici e disperati
    9

    Girovagando in questi luoghi non è inusuale imbattersi in tossici e disperati (© Christian Bernardinelli)