19 agosto 2017
Aggiornato 15:00
La manifestazione di FdI

Emergenza casa, Marrone: «A Torino una bomba sociale»

Il capogruppo di Fratelli d’Italia in Sala Rossa ha indetto una manifestazione davanti a Palazzo Civico per chiedere interventi immediati e decisi contro gli sfratti e per assicurare un posto in cui dormire alle migliaia di torinesi che non hanno una casa

TORINO - Emergenza casa di nuovo al centro del dibattito politico. «Una situazione esplosiva» quella di Torino secondo Maurizio Marrone, capogruppo di Fratelli d'Italia in Sala Rossa, che questa mattina ha guidato un sit-in di protesta davanti a Palazzo Civico. Qualche decina le persone che hanno manifestato, tra di loro anche alcuni sfrattati, tra cui qualche disabile e una mamma con un bimbo piccolo.

«Da sempre a fianco degli italiani anche in periferia»
«Con il centrosinistra la bomba sociale a Torino è assicurata, solo voltando pagina si potrà evitare» ci ha raccontato Marrone. L'emergenza abitativa è un nervo scoperto per il Sindaco Fassino, mentre anni di impegno della nostra destra sociale negli sportelli sociali delle periferie torinesi ci hanno portato all'avanguardia in questa battaglia di solidarietà a famiglie italiane che hanno pagato le tasse per generazioni».

Autorecupero delle case Atc
La sinistra sul tema dell'emergenza casa «ha fallito in pieno» sentenzia. «La sfilza di numeri e cifre milionarie investite dalla giunta Fassino dà il polso proprio dell'inadeguatezza di progetti che si limitano a rinviare gli sfratti senza evitarli»: E dunque cosa fare? «L'unica soluzione percorribile è sbloccare più case popolari con l'autorecupero degli alloggi Atc sfitti per necessità di lavori o le centinaia di immobili pubblici lasciati in stato di abbandono».