23 giugno 2017
Aggiornato 17:30
Piazza Sabotino rinasce

Anteprima del nuovo megastore di piazza Sabotino, Ishué al posto dell'ex Upim

Alzate le saracinesche per la prima volta, vi portiamo all'interno del nuovo centro dell'abbigliamento di piazza Sabotino nato sulle ceneri dell'Upim

TORINO - Sbarcato in Italia un decennio fa, l'imprenditore cinese di 39 anni Wu Yixue, dopo quasi venti aperture in giro per il Nord Italia, ha deciso di investire a Torino. Una lunga ricerca di mercato e di location abbastanza ampie per dar vita al proprio progetto commerciale lo ha portato in piazza Sabotino e alla scelta della struttura che molti anni fa ospita l'Upim e che ormai da troppo tempo versava in una situazione di degrado. Ishué ha aperto ufficialmente i battenti venerdì 4 marzo dopo mesi di duro lavoro. «Abbiamo scelto questa zona perché è molto popolosa - ci svelano gli alti vertici dell'azienda cinese -. Anche se intorno c'è molta concorrenza, noi non ci siamo fermati: siamo una vera e propria catena e tutto ciò che vendiamo è marchiato Ishué, bassi costi per una buona qualità del prodotto». Se per il momento il quartiere San Paolo è la casa torinese di Ishué, in futuro l'idea è quella di aprirne altri in città con qualcuno anche in centro.