19 agosto 2017
Aggiornato 15:00
Verso le elezioni

La consigliera del Pd Scanderebech inciampa sull'inglese, la gaffe in diretta video

Il web ironizza e la bacchetta, ma molti giustificano l'errore fatto confondendo il font del computer «Times New Roman» con il quotidiano americano «New York Times». Lei non tarda a rispondere a tutti

TORINO - L’inglese non è certo una lingua che noi italiani possiamo vantare di palare fluentemente, almeno non tutti. Ed è così che anche una consigliera comunale può fare confusione con la lingua straniera confondendo uno dei più noti quotidiani americani con un tipo di font utilizzato quotidianamente da milioni di persone nel mondo scrivendo su computer. Federica Scanderebech del Pd ha così erroneamente chiesto a tre persone, durante i video che sta girando nei quartieri cittadini in preparazione della campagna elettorale, come si vivesse a Torino, ricordando loro che «è una delle città da vedere secondo il Times New Roman nel mondo». La domanda sbagliata non ha influito sulla risposta degli intervistati, ma la gaffe è stata rapidamente sottolineata sul web. La consigliera intendeva non il font di ogni computer, ma il prestigioso «New York Times» che qualche settimana fa aveva inserito la nostra città tra quelle da visitare nel 2016.

L’ironia del Movimento 5 Stelle e la risposta di Scanderebech
«La consigliera eletta in FLI, passata poi all'UDC e infine al PD, inizia la sua campagna elettorale con una gaffe degna dell'inglese del sindaco che sostiene: 'Torino è una città da vedere, lo dice il TIMES NEW ROMAN'». «Probabilmente anche ARIAL è dello stesso parere. COMIC SANS, invece, non concorda», ironizza il Movimento 5 Stelle attirandosi qualche commento «come non è grave». Le risate del web avrebbero indotto molti politici a cancellare il video. Non è quello che ha fatto Federica Scanderebech che, anzi, ha risposto: «Ok! Ok! Sono inciampata anche io sull'inglese! Per fortuna che vivo a Torino!!!! Apprezzate la mia spontaneità e l'autoironia!!!».