13 dicembre 2017
Aggiornato 08:00
Sanità

Sant'Anna: nasce il nuovo reparto di Terapia Intensiva Neonatale

La struttura permetterà di coniugare l'eccellenza e la competenza dei medici torinesi con le migliori tecnologie al mondo, al fine di garantire la massima efficienza e comfort ai bambini prematuri e ai loro genitori

TORINO - Una struttura efficiente, rassicurante e confortevole. Si è svolta questa mattina l’inaugurazione del nuovo reparto di terapia intensiva neonata dell’ospedale Sant’Anna di Torino, spazio destinato alla cura e all’assistenza dei bambini prematuri voluto e sostenuto dalla Fondazione Crescere Insieme al Sant’Anna Onlus.

Le caratteristiche del reparto
Il reparto, che conta su una superficie di 750 mq, è suddiviso in quattro aree: Terapia Intensiva, Terapia Sub Intensiva e Patologia Neonatale e  Amministrativa. I genitori potranno stare al fianco dei propri piccoli 24 ore su 24, in un’ambiente caldo e tecnologicamente avanzato. Saranno 28 i posti-culla delle varie aree, più due destinati alle patologie gravemente diffuse: l’obiettivo è quello di coniugare l’eccellenza dei medici torinesi con le migliori tecnologie, con un occhio di riguardo per l’ecosostenibilità. Il reparto è infatti dotato di impianto fotovoltaico, in modo da renderlo autosufficiente dal punto di vista energetico.

L’impegno della Fondazione Sant’Anna
La Fondazione Crescere Insieme al Sant’Anna Onlus ha fortemente voluto il progetto, finanziando per dieci anni ricerche, iniziative e acquisti di nuove attrezzature anche grazie alla generosità e all’aiuto di grandi realtà torinesi come la Juventus, Fiat, Crai, Fondazione Sandretto Rebaudengo e diversi gruppi bancari. Soddisfatto e visibilmente emozionato il dottor Daniele Farina, primario della Divisione Pediatrica Neonatale dell’ospedale Sant’Anna: «Dopo dieci anni di sforzi si realizza un sogno. Finalmente riusciremo a coprire le necessità assistenziali dei neonati gravemente patologici dell’area metropolitana e provinciale».