23 ottobre 2017
Aggiornato 06:00
No Tav

Caselli attacca: «Io contro i No Tav? Falso, magistrato tutela gli operai del cantiere»

Intervenuto al Salone Internazionale del Libro, il celebre magistrato piemontese ha respinto le accuse di chi lo accusa di essere contro il movimento No Tav

TORINO - Ospite al Salone del Libro, dove ha presentato al pubblico il suo ultimo scritto (Nient'altro che la verità), il magistrato Gian Carlo Caselli ha ripercorso davanti alla platea gli anni d'onorata carriera.

Caselli: "Nessuno può dire che sono contro i No Tav"
Dalla mafia alla 'Ndrangheta, Caselli ha sposato migliaia di cause. L'ultimo, contestatissimo, filone riguarda le sentenze dei militanti No Tav, accusati di aver assaltato il cantiere di Chiomonte. In molti, militanti e non, hanno spesso additato Caselli come un magistrato "contro i No Tav». Un'accusa che  il giudice respinge in pieno, giustificando il proprio operato: «Nessuno può dire una cosa del genere, possono avere tutte le ragioni del mondo ma non riguarda il magistrato. Se il magistrato apprende che contro un cantiere in cui vivono asserragliati operati vengono tirate pietre, bulloni e molotov, allora la violenza è altra cosa rispetto al movimento».