25 giugno 2017
Aggiornato 19:00
La novità

Rivoluzione tecnologica a Torino, un’app per saltare la coda all’anagrafe

L’applicazione in sperimentazione da oggi si chiama «Qurami». Con un solo tocco permetterà di prendere il numero virtualmente e non perdere tempo a fare la coda all’anagrafe

TORINO - L’assessore all’Innovazione, Paola Pisano, lo ha detto: «L’obiettivo è quello di semplificare la vita dei cittadini utilizzando la tecnologia e gli smartphone su cui con il tempo si devono trovare tutti i servizi di cui abbiamo bisogno». Detto e fatto. Oggi parte la prima sperimentazione: il numero per l’anagrafe centrale si potrà prendere comodamente da casa direttamente dal cellulare. Ci si collega all’applicazione «Qurami», scaricabile sia per cellulari Android che iOS, e si prende il proprio numero virtualmente, sapendo in tempo reale quante persone ci sono in coda e più o meno quanto manca al nostro turno.

La sperimentazione e poi li via libera a tutti i servizi
L’applicazione non è nuovissima. La utilizza già Trenitalia (a Porta Susa ad esempio) e la usa il Comune di Roma: «Con la capitale ci siamo sentiti», sottolinea l’assessore Pisano, «A loro ha semplificato la vita, contiamo che succeda la stessa cosa anche qui». Come dicevamo prima, da oggi parte la sperimentazione: saranno prima gli operatori del Comune a farne uso e tra una o massimo due settimane i torinesi potranno prendere il proprio numero virtuale. Nel periodo «di prova» si potrà utilizzare esclusivamente per l’anagrafe centrale di via della Consolata, poi, una volta che si sarà fatta una valutazione, il servizio dovrebbe essere esteso in primis alle altre anagrafi di Torino e poi anche ad altri servizi: «Se avrà un buon impatto stabilizzeremo l’app», ci sottolinea l’assessore, «agosto è il periodo per iniziare con qualcosa di nuovo perché non c’è troppo intasamento. Contiamo di poter comunque tirare le somme tra un mese o poco più e vedere se anche altri soggetti sono interessati, come ad esempio la polizia municipale».

Come si usa l'applicazione?
Utilizzare l’applicazione è davvero semplice e, a detta dell’assessore Pisano, a prova anche di chi non mastica la tecnologia quotidianamente, come le persone più anziane. Per scaricarla si utilizza lo Play Store o l’Apple Store del proprio cellulare (a seconda del sistema operativo), si cerca «Qurami» e si installa. Una volta aperta, quando la prima parte della sperimentazione sarà conclusa, apparirà l’icona dell’anagrafe centrale insieme alle altre presenti (Trenitalia, Enel, Soris e Città Metropolitana). Cliccando sull’icona sarà possibile prendere il numero.