19 agosto 2017
Aggiornato 15:00
Storie di Torino

La storia della casa più strana di Torino: la «Fetta di Polenta», stretta appena 54 centimetri

Opera degna dell’originalità dell’ingegnere Alessandro Antonelli (1798-1888), l’edificio fu realizzato nel 1840 su un esiguo appezzamento triangolare, quasi una scommessa per lo scarso spazio a disposizione. Dipinta in esterno di giallo, la costruzione, vero e proprio spaccato volumetrico a base triangolare, fu così denominata «fetta di polenta»